venerdì 9 ottobre 2015

I BENEFICI dei succhi di DIO (frutta e verdura) rispetto a mangiarli interi

Scopriamo cosa sono i succhi estratti a freddo, chi è stato il precursore e come si possono ottenere anche a casa: una terapia naturale per mantenersi in forma!


La ragione dell’efficacia dei succhi freschi sta nel fatto che, separando gli elementi minerali e l’acqua distillata dalle fibre, questo cibo liquido viene digerito nel giro di pochi minuti. 


I processi digestivi servono a separare gli elementi minerali dalle fibre e, inoltre, richiedono lavoro e tempo – anche ore – perché il nutrimento possa essere utilizzato dagli organi della digestione. Questi processi di digestione delle verdure e della frutta integre consumano molta energia e tale energia viene ricavata proprio dal cibo. Una porzione del cibo “solido” che viene ingerito è dunque sottratta all’obiettivo nutrizionale per essere invece utilizzata sotto forma di carburante per generare questa energia.

Ecco quindi la risposta alle domande più comuni: perché non mangiare verdure e frutta intere anziché sotto forma di succhi?


Per la digestione della frutta e la verdura intere occorrono tempi lunghi, tra le 3-5 ore, poiché le cellule vegetali hanno pareti cellulari molto resistenti. Questo implica anche che il nostro organismo, impegnato nel processo di digestione, riesca ad assimilare solo il 17% dei principi nutritivi.
Il succo prodotto con un’estrazione a freddo, invece, garantisce ben il 65% di assimilazione di tali principi, con un tempo di digestione di soli 10-15 minuti.

Nelle fibre non c’è nutrimento benché esse servano per finalità estremamente utili e rappresentino per noi una necessità. Le fibre agiscono nell’intestino come una scopa. Dopo aver viaggiato attraverso lo stomaco, il duodeno e oltre sette metri e mezzo di intestino tenue, queste fibre raggiungono il colon sotto forma di particelle microscopiche di cellulosa. Il colon tratta la cellulosa come fibra e la utilizza come tale. Senza fibre il colon, e l’intero corpo, non riuscirebbero a mantenersi in condizioni di salute.
È dunque d’obbligo che ogni giorno della nostra vita veda, nell’ambito di una dieta equilibrata, come portata principale una insalata comprendente diverse verdure, crude!
Quando invece si bevono anche dei succhi di verdura, la situazione è completamente diversa, in quanto questi vengono digeriti e assimilati entro 10 o 15 minuti dopo averli bevuti e sono utilizzati quasi esclusivamente per il nutrimento e la rigenerazione delle cellule di tessuti, ghiandole e organi del corpo. In questo caso il risultato è evidente, dato che l’intero processo di digestione e assimilazione si completa con il massimo grado di velocità ed efficienza, e con minimo sforzo da parte del sistema digestivo.
La cosa importante è bere succhi di frutta freschi ogni giorno, qualunque sia il sistema o il processo attraverso il quale sono stati estratti. Naturalmente più il succo viene estratto in modo completo, maggiore sarà la sua efficacia nel creare effetti positivi nel corpo.

I succhi vivi di frutta e i succhi di verdura rappresentano per l'organismo una vera e propria carica di "energia vibrante", una benzina biologica fondamentale.

Le loro proprietà sono molteplici, proprio a seconda del tipo di frutta o verdura che si sceglie, e di gran lunga migliori rispetto a quelle dei cibi cotti. Va considerato anzitutto che a 54° gli enzimi muoiono, per cui il cibo, sottoposto a temperature oltre i 54° perde la vita e il suo valore nutritivo.
In sostanza i succhi freschi estratti da vegetali e frutta crudi sono il mezzo attraverso il quale possiamo rifornire tutte le cellule e i tessuti del corpo degli elementi e degli enzimi nutrizionali di cui necessitano nel modo in cui possono essere più digeribili e assimilabili.
succhi vanno infatti bevuti subito, altrimenti si attua un processo di ossidazione che li farà deperire in poco tempo, e quindi ne verranno perse le proprietà nutrizionali e curative.
I succhi freschi sono come dei "costruttori" e rigeneratori del corpo, forniscono alle cellule la "materia viva" che le rigenera e fortifica. Se consumati freschi, contengono tutti gli amminoacidi, enzimi, sali, minerali e vitamine necessari al corpo umano.
Per assolvere al meglio alla loro funzione, i vegetali devono però essere freschi, provenienti da verdure e frutta crude, biologiche, senza conservanti o pesticidi ed estratti nel modo corretto.

Ricapitolando: I succhi di frutta hanno un’azione per lo più detergente.I succhi di verdura hanno un’azione per lo più ricostruttiva.

Per avere succhi da verdure e ogni tipo di frutta esistono in commercio degli Estrattori che trattengono le fibre e rilasciano il puro succo. Sono molto utili inoltre perché permettono di effettuare dei succhi composti da vari frutti e verdure ciascuno con le sue proprietà potendo quindi avere dei cocktails specifici per ogni situazione ed esigenza. 

Quanto succo bere al giorno?

Nel libro: "Succhi freschi di frutta e verdura" ha un'ultima sezione dedicata ai tipi di succhi che si possono ottenere, non solo da frutta e verdura, ma anche dalle erbe (come fieno greco e tarassaco, per esempio), specificando anche a chi fanno bene.
Come visto, la dieta vitale consta di varie porzioni al giorno di frutta e verdura fresca, dieta che va integrata con i succhi.
La quantità di succo che è possibile bere ogni giorno per avvertire miglioramenti nell'organismo va da mezzo litro a quattro litri, secondo quanto lo stesso N. Walker asseriva nel suo libro.
Per chi si accinge ad inserire nella propria dieta i succhi freschi è bene procedere con gradualità, così da dare il tempo all'intestino di regolarsi e di iniziare a sentirsi via via sempre più leggero e depurato.
Vi segnalo inoltre Succhi ed Estratti di Frutta e Verdura - RICETTE PER TORNARE IN FORMA CON GUSTO per cominciare con le vostre pozioni di salute!

Riferimenti:


Succhi ed Estratti di Frutta e Verdura Voto medio su 2 recensioni: Buono
Estratti, Centrifugati, smoothies e tisane - 100% Vegan Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

Nessun commento:

Posta un commento