mercoledì 7 ottobre 2015

La magia dell’incenso

Antico migliaia di anni, risalente persino all’uomo primitivo, ritroviamo l’uso dell’ incenso in ogni cultura sia orientale che occidentale. Esso può essere utilizzato in svariati campi come la celebrazione di rituali, la meditazione o la purificazione di stanze e ambienti.





L’INCENSO PER PURIFICARE GLI AMBIENTI

Gli ambienti chiusi, specialmente quelli artificiali costruiti dall’uomo, sono spesso caratterizzati da uno scarso fluire di energia con conseguente ristagno della stessa. Qualora in un ambiente o in una stanza ci siano frequenti litigi, delle paure, delle tensioni di natura emotiva o sia presente una persona malata, sicuramente troveremo fissati elementi energetici non benefici. Inequivocabilmente percepiremmo una certa pesantezza in un ambiente del genere. In queste situazioni  abbiamo due possibilità per purificare l’ambiente in cui ci troviamo: utilizzare dei simboli di potere che abbiamo la capacità di “pulire” l’ambiente oppure accendere un incenso. Indipendentemente da quanta energia negativa si sia fissata in un determinato ambiente, è consigliato accendere almeno un incenso al giorno. Accenderne più di uno al giorno non ha nessuna controindicazione. Grazie alla loro funzione antisettica , oltre a purificare l’ambiente dal punto di vista energetico, gli incensi  possono essere utilizzati per purificare l’aria degli ambienti e delle stanze. Nonostante esistano svariati tipi di incensi ( a cono, in polvere, composti di resine) per la purificazione degli ambienti, come le stanze della casa, è molto comodo utilizzare l’incenso sotto forma di bastoncino. E’ semplice da utilizzare, esiste in svariate fragranze ed ha una giusta durata per le dimensioni di una stanza.


Incenso
COME ACCENDERE L’INCENSO

Una volta acceso l’incenso, che sia un bastoncino o cono, lasciatelo bruciare a fiamma viva per qualche secondo finché  vedete un po’ di brace. Successivamente  muovendo la mano, con un colpo secco, andate a spegnere la fiamma viva. Proprio perché si tratta di una fiamma viva NON dobbiamo soffiarci sopra. Se stiamo utilizzando un bastoncino d’ incenso allora possiamo agitarlo per favorire lo spegnimento della fiamma. A questo punto lasciatelo bruciare fino al completo esaurimento. Fate sempre attenzione a lasciare l’incenso acceso in un posto sicuro e poggiato su un portaincenso di qualità, al fine di evitare incidenti.
INCENSO PALO SANTO
Una ulteriore soluzione per la purificazione degli ambienti può essere data dall’ incenso Palo Santo, in commercio in piccoli bastoncini di legno essiccati naturalmente. La caratteristica di questo incenso è che può essere riutilizzato più volte. Infatti dopo averlo acceso, lo si fa bruciare ad una delle due estremità fino ad ottenere un po’ di brace. Il profumo sprigionato dall’incenso Paolo Santo è davvero gradevole e viene impiegato anche per alleviare tosse e raffreddore, contro gli attacchi di asma in caso di allergie e ovviamente per la meditazione come tutti gli incensi.
PaloSanto - 1 Legnetto con Supporto in Rame Voto medio su 1 recensioni: Buono

Nessun commento:

Posta un commento