PRODOTTI BIO IN OFFERTA SCONTI FINO AL 30%

Aiutaci a mantenere il questo blog:

Aiutaci a mantenere il questo blog:
In qualità di affiliato Amazon riceviamo una piccola commissione dagli acquisti sponsorizzati in questo sito

venerdì 22 giugno 2018

3 cose da sapere quando la mente cerca di controllarti

Conosco solo un tipo di libertà ed è quella della mente.
- Antoine de Saint-Exupery


La nostra mente è divertente. Da una parte è bellissima, ma dall’altra, può annientarci più velocemente e brutalmente di qualsiasi altra cosa.


La nostra mente è per sua natura spaventata. Questo è il suo compito, quello di essere cauta, per mantenerci in vita, per farci attraversare la strada in sicurezza e per non farci mangiare da un leone. Ma se la lasci a briglie sciolte, può paralizzarsi dalla paura e o diventare più aggressiva di un coccodrillo messo al muro. Ed è incredibilmente autoritaria.

La tendenza della nostra mente di voler controllare tutto è così forte e abituale che spesso non ci rendiamo conto delle miriadi di volte in cui essa, cerca di mettere da parte la nostra saggezza interiore e il nostro senso di pace e amore.

La cattiva notizia è che non c’è libro o corso che possa cambiare la natura della nostra mente; la buona notizia è che non ce n’é bisogno. Il problema non è la nostra mente, ma come la usiamo.

Ci sentiamo ansiosi, abbiamo paura, siamo tristi oppure offesi quando diamo alla nostra mente troppo potere, quando seguiamo le sue sciocche idee che vanno contro il nostro giudizio migliore.


Ecco come scoprire se quando la nostra mente sta prendendo il sopravvento.

1. Quando ignori la tua inclinazione naturale.

La tua mente è intelligente. Non intelligentemente saggia ma calcolatrice.
La mente non ama tutto quel vago vortice intuitivo. Lei vuole fatti, le piace fare calcoli, considerare le probabilità.
Se per esempio ti viene in mente di chiamare un amico a cui non hai pensato per anni, la tua mente ti dice: “Non essere stupido. Probabilmente non sarà in casa e non si ricorderà di me.”
Così alla fine non lo chiami.
Ma hai mai provato a seguire quelle inclinazioni e poi renderti conto di tutto quello che è successo dopo?
E quelle decisioni che riguardano la tua vita? Il modo più logico è quello di ascoltare gli esperti oppure copiare ciò che funziona per le altre persone. La mente adora fare così.
Ecco perché ignoriamo quella piccola voce che dice: “Dovresti essere uno scrittore”, e scegliamo invece di studiare statistica perché c’è un sacco di lavoro per gli statistici. O ci alleniamo per diventare dei ballerini perché siamo “bravi a ballare”.
Se non fosse per il fatto che tu non sei “le altre persone”, e  gli esperti non sono più tanto più esperti di te stesso di quanto lo possa essere tu. E solo perché “sei bravo in qualcosa” non significa che sia ciò che tu vuoi fare.


2. Quando vuoi dire “no” ma finisci per dire “sì.”

Hai dei problemi nel dire “no”?
La mente capisce che dire di “no”, vuol dire essere rifiutati, esclusi. La mente ha un occhio molto attento per il giudizio. La mente crede che la tua intuizione sia dove risiede la saggezza.
Non solo è un tuo diritto fare ciò che desideri davvero, ma tutti ne beneficiano quando lo fai.


3. Quando costantemente mandi messaggi o controlli il tuo telefono, le tue e-mail e gli stati di Facebook.

Il bisogno di approvazione ha radici profonde. Non solo è un tratto naturale della mente, ma è rafforzato dal nostro sistema scolastico. Però è pericoloso perché ti distrae dal momento presente e ti insegna a importartene quando la gente ti disapprova. Perché lo faranno.
Il mondo super-connesso moderno dà dipendenza, ma per la mente è come una caramella.
Quindi prestiamo molta attenzione a non farci “rubare” la vita dal mondo virtuale e la nostra anima ci ringrazierà!




FONTE

Nessun commento:

Posta un commento